.
Annunci online

You've got the style it takes
Readers' rights
post pubblicato in Diario, il 19 aprile 2008
Non che ami le catene, per carità. Tuttavia questa non mi è stata passata, ma dopo averla letta da lei e poi anche da lui e poichè sono costretta a casa dalla bronchite invece di essere a Napoli, vi delizio con i Diritti dei lettori del mio odiatissimo Pennac (eh, lo so...):


1. Il diritto di non leggere: Federico Moccia, TUTTO.

2. Il diritto di saltare le pagine: Walter Veltroni, Il disco del mondo, BUR .

3. Il diritto di non finire un libro: Ian McEwan, Sabato, Einaudi.

4. il diritto di rileggere: James Ellroy, TUTTO. 

5. il diritto di leggere qualsiasi cosa: Claudio Bisio, Quella vacca di Nonna Papera, Baldini & Castoldi.

6. il diritto al bovarismo: Angeles Mastretta, Strappami la vita, Feltrinelli.

7. il diritto di leggere ovunque: Dostoevskij, Il sosia, BUR: in ospedale mentre operavano mia madre.

8. il diritto di spizzicare: alla Feltrinelli di Largo Argentina, o di VIa del Corso, o all'Arion in Via Veneto, in pausa pranzo...

9. il diritto di leggere a voce alta: Tennessee Williams, Un tram che si chiama Desiserio.

10. il diritto di tacere: Pennac.


Un'altra catena...
post pubblicato in Diario, il 18 aprile 2008
... ma stavolta non la passo. Mi perdonerà Lu, ma ho visto che l'hanno già fatta in molti.
In questa mi si chiede(va) di palesare i miei 7 segreti. Anzi, 7 dei miei segreti.

1) Ho i riccioli, anche se ultimamente i miei capelli sono informi;
2) Tutto ciò che è a base di semolino mi manda in visibilio, quindi la mia vecchiaia potrebbe non essere malaccio;
3) Ho una passione scellerata per John Cusack. Da sempre. Non chiedetmi perchè;
4) Odio visceralmente Tom Hanks. Da sempre. Non chiedetemi perchè;
5) Avevo, fino all'anno scorso, una tremenda avversione per gli antibiotici. Ma poichè è una settimana che sono crivellata da laringite e ora da bronchite ne ho capita la portata salvifica;
6) Ho letto una decina di volte sia "La Signora delle Camelie" che "Bonjour Tristesse";
7) Non potrei MAI fare a meno dei serial amerigani.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. catena i 7 segreti

permalink | inviato da Dolcinganni il 18/4/2008 alle 9:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa
Tiriamo la Catena
post pubblicato in Diario, il 17 aprile 2008
Non solo ho la bronchite e faccio preoccupare il mio fidanzato perchè mi trascuro, ma oggi apprendo che desto preoccupazione anche negli amici blogger, perchè penso troppo a Berlusconi & Bossi.
Quindi qualcuno mi ha incatenata a questo gioco, ovvero le 6 cose che mi piace fare.

REGOLAMENTO:
- indicare il link di chi vi ha coinvolti
- inserire il regolamento del gioco sul blog
- citare sei cose che vi piace fare e perché
- coinvolgere altre sei persone
- comunicare l'invito sul loro blog

Ovviamente a convolgermi è stato Sogni.

1) Poltrire nel letto guardando minchiate alla tv, decerebrandomi. Così riesco a non pensare alla montagna insormontabile che mi aspetta ogni giorno, e immaginare un futuro più roseo.

2) Andare a cena nei ristoranti etnici. Mi piace mangiare, e mi piace sperimentare. E poi la cucina etnica mi fa sentire cosmopolita,

3) Passeggiare nelle strade della mia città durante i pomeriggi, incontrare le persone che conosco da sempre e vedere che sembra che il tempo non sia mai passato.

4) Scoprire Roma, dove vivo da 2 anni ma che conosco troppo poco.

5) Dire le cretinate insieme al mio amore.

6) Stare insieme alle mie amiche. Anche se ci vediamo poco, anche se abbiamo vite diverse.

Ora tocca a: Andrea, Elisa, Sottiletta, SP, Lu, Coffee.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Catena

permalink | inviato da Dolcinganni il 17/4/2008 alle 12:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
ONUtilità
post pubblicato in Diario, il 17 aprile 2008

E la Moratoria?

Il mio plauso sempre e comunque a Jo, che in occasione delle sua visita in USA ha elogiato la sua democrazia ed il suo rispetto per la vita.

Svegliarsi nella III Repubblica
post pubblicato in Diario, il 15 aprile 2008

Se c'è una cosa certa è che viviamo in Democrazia.
Si può fare demagogia ad interim, ma quello che dobbiamo ammettere con onestà intellettuale è che l'Italia ha votato in massa Berlusconi e Bossi. Un dato preoccupante, sì, ma è democrazia.
Che gli Italiani non siano sinceri è un altro dato di fatto. Altrimenti non si spiegherebbe perchè, a parte i berlusconiani storici, io non abbia sentito nessuno ammettere di aver votato la PDL, nè si spiegherebbe il clima sospeso di stamani, il silenzio di tomba negli autobus.

Non so cosa ci aspetta nei prossimi 5 anni, ma forse, e dico forse, una cosa positiva in tutto questo c'è: il bipartitismo (grazie KK). Basta con i mille partiti assurdi, basta con personaggi che hanno fatto il male dell'Italia. Basta con Bertinotti e Diliberto.
In vita mia, nei miei 14 anni di diritto al voto, ho sempre votato a sinistra. Senza mai un'esitazione. Mai. E non lesiterò neanche in futuro. Ma vedere Bertinotti fare il radical chic nei salotti bene, sentire Diliberto parlare come un vecchio nostalgico rincoglionito, entrambi senza la minima aderenza alla realtà mi ha irritata spesse volte.
Quando Bertinotti diceva, con la boria che lo caratterizza, "NOI proletari" mi si gelava il sangue nelle vene. Come poteva il 3 politico più ricco d'Italia avere qualcosa in comune con operai che non arrivano alla fine del mese? Io sono contenta che sparisca. Molto contenta. E sia chiaro, non perchè sia la fine della sinistra, ma perchè è la fine di quella sinistra marcia e deleteria, che non ha aiutato i lavoratori e si è fatta solo gli interessi della casta.
Il trionfo della Lega è in parte da attribuirsi al dramma napoletano, ai capricci dei Verdi, ai DS e poi PD che non hanno rimosso Bassolino dalla regione Campania ed ANZI ne hanno candidata la moglie.
Ci aspettano tempi bui, fatti di mafiosi assurti al rango di eroi, di resistenza negata, di liberismo sfrenato, di leggi ad personam, di Silvio in tutte le salse... ma queste elezioni devono per forza farci riflettere.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. siamo un paese di merda

permalink | inviato da Dolcinganni il 15/4/2008 alle 10:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa
Sfoglia marzo   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6  >>   maggio
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca