.
Annunci online

You've got the style it takes
Fatti non fummo a viver come bruti...
post pubblicato in Diario, il 5 ottobre 2010
... ma per seguir virtute e conoscenza
(Divina Commedia, Inferno, Canto XXVI)
Questo il celebre verso che il Sommo Poeta mette in bocca a Ulisse, reo di aver oltrepassato le Colonne d'Ercole, che allora rappresentavano la fine del mondo. Oltrepassandole, Ulisse si macchiava della terribile onta di andare contro il volere del Cielo, o del potere.
Per questo Dante incontra Ulisse e Diomede all'Inferno, precisamente nell'VIII bolgia, laddove scontano la pena i consiglieri di frode.
Ma la risposta che essi danno a Dante sul perchè hanno sfidato quello che potremmo chiamare "il potere precostituito" colpisce il Poeta, e con lui intere generazioni di studenti e letterati che si cimentano (o si sono cimentati) con uno dei canti più affascinanti dell'Opera: il XXVI.
Per seguire la conoscenza, il sapere, che portano all virtù non si deve aver paura del potere: essa sola rende l'uomo libero, essa sola aiuta i popoli a costruire la democrazia.
I Paesi democratici poggiano le loro basi su solide istituzioni scolastiche, rette da meritocrazia e libero accesso. O almeno così dovrebbe essere. Certo, se pensiamo a cosa succede negli Stati Uniti, dove l'istruzione valida è garantita alle fasce abbienti mentre a quelle meno abbienti viene data un'istruzione sommaria, o in Italia, dove i tagli al sistema scolastico stanno mettendo a repentaglio la buona reputazione della nostra scuola, rischiamo di inficiare il pensiero sopra espresso o dubitare di vivere in una democrazia.
Ecco, io penso che la seconda ipotesi sia la più probabile.
Una democrazia che non taglia gli stipendi ai suoi politici, ma ne arricchisce le tasche a spese di istruzione e sanità non è una democrazia.
Un Paese il cui ministro della cultura mette a rischio un'istituzione come la Biblioteca Nazionale di Firenze, non è un Paese in cui vale la pena di vivere.
Ma siamo qui, adesso.
Quindi facciamolo!
A volte ritornano
post pubblicato in Diario, il 4 ottobre 2010
Non garantisco di essere tornata per restare.
Ma questo spazio di libero sfogo mi è mancato moltissimo.

Ultimamente non (mi) sono sucecsse grandi cose, ma so che ai miei blogamici ne sono successe di bellissime: matrimoni, nascite. Evviva!

Vi lascio per ora chiedendovi di darvi da fare per salvare il nostro belpaese dalla barbarie dell'ignoranza.
Firmate qui!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ritorni

permalink | inviato da Dolcinganni il 4/10/2010 alle 15:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
Sfoglia dicembre        marzo
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca