.
Annunci online

You've got the style it takes
Pàzol (puzzle)
post pubblicato in Diario, il 23 febbraio 2009

Non ho nè dimenticato il blog, nè voi.
E' solo che sono sommersa di cose da fare, e a malapena mi ricordo di lavarmi i capelli, fate voi.
In questo quasi mese di latitanza ho:
- preso svariate incazzature;
- iniziato un master che mi terrà impegnata tutti i week end da metà febbraio 2009 a gennaio 2010 (e considerando che durante la settimana lavoro...);
- comprato finalmente lo scooter con cui rischio quotidianamente di ammazzarmi sui sanpietrini sgarrupati di Roma;
- appreso delle dimissioni di Veltroni mentre ero a Bucarest;
- fatto, appunto, un viaggio a Bucarest;
- partecipato alla manifestazione per il testamento biologico;
- avuto un collasso nell'apprendere che Franceschini guida il PD;
- avuto un semicollasso ad ascoltare la canzone di Povia;
- gioito per le 8 statuette a Slumdog Millionaire di Danny Boyle (il più bel film del 2008).

Questo in sintesi.

Nel dettaglio vi posso dire che Bucarest è splendida, che i rumeni lo sono altrettanto, che sono anche persone lucide, che non accusano gli italiani di razzismo, ma il governo italiano di cecità. Che sono i primi a vergognarsi dei loro connazionali che delinquono, ma sono anche convinti che se in Italia la giustizia funzionasse certe cose non succederebbero.
Come dar loro torto.
Inoltre, aggiungerei io, dove sono finiti i cattivissimi albanesi a cui si dava la colpa di tutto anni fa? Perchè si parla solo dei reati commessi dai rumeni (esecrabili, ci mancherebbe) ma si tace il fatto che in Italia il primo problema è la violenza domestica??
E' un paese alla deriva, il nostro.
A Bucarest poi ho conosciuto un rumeno americano identico, se non più bello, a Patrick Dempsey...

Ora, io non vorrei dire, ma se il PD voleva suicidarsi poteva scegliere una via più veloce e indolore, anzichè la lenta agonia di Franceschini. Non vi nascondo che nell'apprendere le dimissioni di Veltroni ho avuto un moto di fiducia nel futuro. Già vedevo quello che potenzialmente potrebbe essere il mio partito di riferimento, guidato da una Finocchiaro o da un Bersani; già assaporavo la rinascita della sinistra e gli accessi di bile di Brelusconi... invece no. A 'sto punto mi pare ovvio che non sia solo baffo D'Alema ad essere stipendiato da Silvio.

Capitolo Sanremo:
hanno vinto la De Filippi, la CEI e la Camorra. Praticamente più fotografia italiota di così si muore. Si muore di vergogna, data l'eurovisione.
Povia però ha sbagliato: oltre al babbo stupratore e alcolizzato doveva metterci anche una strofa dedicata al prete della parrocchia od ei boy scout che toccava Luca. Così, tanto per amor della realtà.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rieccomi su marte stanno meglio

permalink | inviato da Dolcinganni il 23/2/2009 alle 10:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
.
post pubblicato in Diario, il 9 febbraio 2009
Adesso silenzio, rispetto, comprensione.
E che questo paese impari ad essere una vera democrazia.
Ciao, Eluana.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag.

permalink | inviato da Dolcinganni il 9/2/2009 alle 21:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Il sonno della ragione
post pubblicato in Diario, il 6 febbraio 2009




Forza Beppino


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. italia paese delle mille vergogne

permalink | inviato da Dolcinganni il 6/2/2009 alle 15:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
Siamo tutti migranti, e anche un po' coglioni và
post pubblicato in Diario, il 5 febbraio 2009

Pitta m'ingolli se riapro un qualsivoglia quotidiano nazionale. E' oltremodo desolante. Del resto, per sapere che viviamo nella Repubblica delle Banane non ho certo bisogno di vedere assurdi picchetti davanti alla clinica La Quiete di Udine o leggere i tormenti interiori del papa che non sa come comportarsi coi vescovi negazionisti.
Comunque ultimamente la questione che rapisce vieppiù i miei fragili neuroni è quella dell'immigrazione.
Possiamo credere o no al karma, o al contrappasso o al chi la fa l'aspetti, ma certo è che chiunque è straniero in terra straniera e, in peridodi di profonda crisi come quello in cui ci troviamo, il diritto al lavoro sembra essere di tutti e di nessuno. Quindi le manifestazioni inglesi contro i lavoratori italiani della Total non mi stupisce. Del resto noi italiani siamo un popolo di migranti. Cosa che erò, evidentemente, non ci ha insegnato ad essere così tolleranti.
Prendete la mia ridente cittadina natale, Lucca. Laddove l'Azienda di Promozione Turistica lucchese ha fallito per anni, ovvero nel lanciare Lucca alla ribalta delle cronache internazionali, ha potuto un'ordinanza del comune che vieta la vendita, all'interno del centro storico, di cibi etnici. In pratica ogni esercizio di ristorazione dovrà avere un'architettura rispettosa della tradizione locale e servire almeno un piatto tipico.
Ora.
La cucina lucchese si basa essenzialmente su pochi piatti, tipo il farro, i tordelli, la farinata. Che io dopo un weekend che li alterno già mi sono stufata.
Ora.
Ce lo vedete un cinese che vi serve i todelli al ragù?
Va bene che Lucca è provincia che più provincia non si può, ma farsi prendere per il culo da tutto il mondo così è assurdo.
Del retso il sindaco ha 80 anni.

Ah, il mio amico Chinasky mi chiedeva, qualche post sotto, qual è stato secondo me il periodo d'oro dell'America. A scanso di equivoci so benissimo che l'America ha alternato guerre di conquista a finte guerre di difesa. Però la prime azioni di Obama mi sembrano molto ma molto sensate. Non so, forse sta cominciando ad essere questo il periodo d'oro dell'America.
Sempre che ritirino le truppe dall'Iraq e chiudano Guantanamo.
A proposito di Guantanamo, chi ancora non l'ha fatto firmi qui!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. siamo tutti emigranti pure io

permalink | inviato da Dolcinganni il 5/2/2009 alle 9:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
Tornerò!
post pubblicato in Diario, il 3 febbraio 2009

Non è il refrain ormai petulante che recita che Facebook ha ucciso i blog. No. Il fatto è che mi si prospettano mesi duri psicologicamente, poi metteteci anche che ho avuto una forma violenta di influenza, che ancora sono uno straccio e avrete il quadro completo.
Comunque tornerò, magari con qualche cosa di interessante da scrivere (oggi mi viene solo in mente quanto è schifosamente trash e di pessimo gusto il GF, tanto che la Marcuzzi è molto più signora quando parla di lactobacillus attivo con la sua amica stitica...), ma non credo che vi interessi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ...

permalink | inviato da Dolcinganni il 3/2/2009 alle 9:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Sfoglia gennaio        marzo
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca