.
Annunci online

You've got the style it takes
Lasciate che i bambini vengano a me
post pubblicato in Diario, il 30 maggio 2008

Evviva, il clima politico italiano, almeno a sentire il lettore multimediale di Bibbbia (leggi Jo) è fichissimo! Nessuno litiga, manco succedono episodi brutti brutti tipo, che ne so, che uno col tatuaggio del Che sul braccio decide di menare degli extracomunitari al Pigneto, niente! Tutto tranquillo, tutto santissimamente pacifico. Allora il lettore multimediale, visto che sì, insomma, non sa che minchia dire, può ricominciare tranquillamente a fare la questua allo Stato per fare finanziare le scuole cattoliche (quelle da cui escono ragazze che a 23 anni porgono le terga al fidanzato e qualsiasi altro orifizio, mantenendo però illibato l'antro di Venere). Massì dai, così almeno quei peccatori (come la sottoscritta) che non danno l'8X1000 alla chiesta cattolica si pentono.
Va bene, mi dico, infondo è giusto, non foss'altro per quel lasciate che i bambini vengano a me... poi ci penso un attimo e mi dico che anche Davide è un bambino, per di più senza reni, con la vescica poco sviluppata e gravi problemi polmonari. E di un mese. Allora perchè non lasciare che anche Davide vada dal Padre? Non vale il detto fiat voluntas dei? Perchè accanirsi così con un esserino sofferente? Perchè non risolvere il problema a monte, incoraggiando la ricerca e facendo sì che tali accanimenti diventassero invece cure reali? Ma quanto bisogna essere mentecatti per cadere in questi tranelli morali?
Però il lettore multimediale si sà, può tutto. Ieri ho persino scoperto che lui e i suoi leggono la mente dei neonati. Del resto sono stati loro a dirci, dalle pagine di quella popò (in tutti i sensi) di testata che è l'Avvenire che Davide vuole farcela.

Jonathan Hart, un miliardario che si è fatto da solo
post pubblicato in Diario, il 29 maggio 2008
Quando penZo al nostro Presdelcons mi vengono sempre in mente loro:


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cuore e batticuore

permalink | inviato da Dolcinganni il 29/5/2008 alle 11:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa
Sublimazioni fasciste
post pubblicato in Diario, il 28 maggio 2008

Per sublimare i recenti fatti di cronaca, legati all'ondata di neofascismo che si respira a Roma, ieri sera sono riuscita a terminare la visione di Nazirock, docufilm di Claudio Lazzaro (già autore di "Camicie verdi" sulla Lega Nord) sui giovani di Forza Nuova.
Se non ci fosse da piangere, ci sarebbe da ridere.
A parte che gli slogan nazionalsocialisti ricordano molto, ma molto, quelli di estrema sinistra (no al potere sionista, no all'egemonia USA, non alla globalizzazione), a parte che sono brutti e cerebrolesi, a parte che se mettono due parole in fila due puoi gridare al miracolo, a parte che si definiscono revisionisti senza sapere la storia... ma gente come Tilgher e Fiore non dovrebbe stare in galera?

Ora, non che non sia sconcertata per il raid al Pigneto o per lo squadrismo della Sapienza, ma se foste nati e cresciuti in una città come Lucca, dove questi episodi avvengono molto spesso, non vi meravigliereste.
Quello di cui sinceramente mi meraviglio è constatare che per Lucca e Verona non si sia mai gridato allo scandalo come per Roma. Che a Lucca si sia permesso di dare uno spazio pubblico, il 25 aprile di qualche anno fa, per la commemorazione di Pavolini. Che i neofascisti che hanno massacrato di botte una ragazza lesbica (seguita in piena notte, in pieno centro mentre era sola e indifesa) o  quelli che hanno speronato, mandato fuori strada e poi accoltellato un giovane di sinistra siano già fuori per decorrenza dei termini.
Il neofascismo è dilagante, in tutta Italia. E da anni.
Solo che adesso i fascisti si sentono legittimati.

Questo regista è di tutti
post pubblicato in Diario, il 27 maggio 2008
Ieri è morto Sidney Pollack, uno dei miei registi preferiti.
In particolare per The way we were.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Sidney Pollack RIP

permalink | inviato da Dolcinganni il 27/5/2008 alle 9:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa
Resoconto, breve
post pubblicato in Diario, il 26 maggio 2008

Dato che qualcuno di voi me lo ha chiesto, eccovi un breve resoconto della Nave della Legalità.
L'iniziativa è stata fortemente voluta da Piero Grasso, procuratore nazionale antimafia, nel 2005 per instillare nei giovani la cultura della legalità e della lotta a ogni forma di mafia.
L'iniziativa parte da una collaborazione tra la Fondazione Giovanni e Francesca Falcone , presieduta da Maria Falcone, ed il Ministero della Pubblica Istruzione - Direzione Generale per lo Studente.
Sulla nave circa 1500 studenti di tutta Italia di ogni ordine e grado, i loro docenti, i ragazzi di Addiopizzo, Piero Grasso, il titolare dell'Antica Focacceria di Palermo, uno dei primi esercenti ad essersi ribellati al pizzo ed altre associazioni.
La sera della partenza, dopo il saluto al porto di Civitavecchia con Marrazzo, il Sindaco di Civitavecchia ed altre personalità, si sono susseguiti dibattiti tra gli studenti e Piero Grasso e i ragazzi di Addiopizzo: è tenero vedere come dei bambini delle elementari riescano ad assorbire dei concetti così forti come la lotta alla mafia, ed è bello vedere con che naturalezza riescano a dare le loro considerazioni. I ragazzi più grandi, invece, dimostrano di capire bene il problema, ed il confronto tra gli studenti del nord e quelli del sud (soprattutto quelli della delegazione campana, la più numerosa) è stato toccante. Gli insegnanti hanno fatto un enorme ed ottimo lavoro con i loro studenti, e finché ci saranno persone così credo che FORSE questo paese possa avere una speranza.
La giornata del 23 è stata intensissima: dopo 8 ore nell'aula bunker dell'Ucciardone, dove hanno parlato da Grasso, ad Ayala, da Maria Falcone, a Alfredo Morvillo, ricordando il lungo ed impervio percorso del maxiprocesso ed il lavoro di Falcone e Borsellino e dove ho avuto modo di constatare quanto siano IMBARAZZANTI i nostri nuovi ministri (hanno parlato Angelino Alfano, Ministro della Giustizia che, paradosslamente, ha detto che questo governo combatterà la mafia... mah... e Mariastella Gelmini, Ministro della Pubblica Istruzione, che pareva non  sapere dove si trovava...), c'è stato il corteo fino a Via Notarbartolo, dove c'è l'Albero Falcone, piantato davanti alla casa del giudice, punto d'incontro con un altro corteo che la mattina si era diretto a Capaci e poi a Via D'Amelio.
Mi sono commossa più volte, non tanto per la commemorazione in sè, quanto per i bambini. Diobonino, mi commuovono sempre.
La sera alle 20,30 sono crollata.
Un'esperienza bellissima, che vi racconto con questo video (vi risparmio la canzone di Fabrizio Moro, "Pensa", che m'è toccato ascoltare 200 volte...).


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la nave della legalità 2008

permalink | inviato da Dolcinganni il 26/5/2008 alle 10:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
Sfoglia aprile   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5  >>   giugno
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca