.
Annunci online

You've got the style it takes
La pubblicità nell'era berlusconiana
post pubblicato in Diario, il 7 agosto 2008

Quando ero piccola non è che le pubblicità fossero dei gioielli, ma almeno avevano un loro perchè.
Ieri sera, di ritrono dalla penultima giornata di lavoro prima delle vacanze, accendo il ventilatore e sintonizzo la TV su Italia 1 per guardarmi un paio di puntate del telefilm della mia primissima gioventù, ovvero Friends. Friends è uno di quei prodotti merigani freschi, intelligenti e sempre giovani. Un evergreen. Peccato che a un certo punto, scattati i fatidici 3 minuti (che poi solo 3 non sono mai) di pubblicità, mi tocca vedere lo spot dei wallpaper per telefonino di Lucignolo. Lucignolo già di per sè è il peggior contenitore di volgarità, sessismo, controvalori e, insomma, retorica berlusconiana che ci sia. Ma vedere pubblicizzati, alle 19 di un afoso mercoledì di agosto, dei wallpaper con ragazzette formosette nude mi pare veramente ils egno dei tempi che corrono, anzi, dei ma(ia)la tempora. 
Però immagino che le spiagge della Costa Smeralda (e non solo) pullulino di giovani manzi con i petti depilati, le infradito Havaianas, il costume D&G e l'iPhone che fanno a gara a chi ha il wallpaper con le tette più sode.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. che paese di merda

permalink | inviato da Dolcinganni il 7/8/2008 alle 9:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa
I.O.R. (Io Ora Rimetto)
post pubblicato in Diario, il 24 giugno 2008

Siamo una fucina di idee per romanzieri da spiaggia.
Negli ultimi 60 anni non c'è una malefatta italiota che non sia da ascrivere -almeno stando ai giornali- a:
- Vaticain;
- il Divo Giulio;
- P2;
- Gladio;
- La Banda della Magliana.

Il bello è che sembrano tutte intercambiabili.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. che paese di merda

permalink | inviato da Dolcinganni il 24/6/2008 alle 13:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa
Cafonitalia
post pubblicato in Diario, il 23 giugno 2008

Se c'è una cosa che mi delizia quando torno al paterno ostello è il fatto che in panciolle posso leggermi le riviste da casalinga pettegola e annoiata che compra mia madre.
In particolare l'ultimo numero di Chi era degno di interesse, in quanto riportava l'esclusiva (minchia che culo!) delle nozze Briatore-Gregoraci.
Ora, lo so che pecunia non olet, lo so che per una velina mancata convolare a giuste nozze nel sacro vincolo con un trancio di manzo vecchio, cafone, idiota, ignorante ma ricchissimo come Briatore sia una vera conquista, che indossare una tiara di diamanti per una che fino a qualche mese fa poteva solo ambire a fare la vedette in seconda in quel contenitore trash che è Buona Domenica è un sogno che si avvera... però mi domando, ma l'Italia in che mani è?
Eh sì, perchè accanto a Briatore che ha cambiato le iniziali sulle babbucce da FB a FE, accanto alla Santanchè in Emilio Pucci che pareva un Arlecchino strafatto e finito a battere sull'Aurelia, accanto a un Emilio Fede in tight che non avremmo MAI voluto vedere... c'erano anche i nostri politici e i nostri giornalisti. Come invitati.
Ora, lo so che posso apparire snob e nazista, ma io dico, a 'sto punto, tra esami di maturità sbagliati e cafonal da 1 milione e duecentomila euro... non sarebbe meglio essere invasi da una società civile, che ne so, la Svezia?
Meglio morire alcolizzati a sessant'anni che di fame e inedia a 40.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. che paese di merda

permalink | inviato da Dolcinganni il 23/6/2008 alle 9:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (36) | Versione per la stampa
Saviano Presidente, Garrone Ministro
post pubblicato in Diario, il 19 maggio 2008
C'è voluto il libro di Saviano, ma soprattutto il film di Garrone -perchè ovviamente fa meno fatica guardare un film un paio d'ore che leggere un libro- per persuadere lo Stato a farsi vivo sotto forma d'istituzione ANCHE a Napoli e nel sud Italia in generale.
Potevano arrivarci da soli.
Potere della cultura.

Vi consiglio la visione di Gomorra di Matteo Garrone, un film bellissimo.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. che paese di merda

permalink | inviato da Dolcinganni il 19/5/2008 alle 10:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
Pessime imitazioni
post pubblicato in Diario, il 30 gennaio 2008

Mentre in Florida Hillary Clinton vince sull'arrogantello veterokenyota, e Rudy Giuliani paventa la sua ritirata, in Italia assistiamo inermi (ed anche un po' schifati, diciamocelo) al delirio veltroniano.
Pacatamente, Veltroni passa da una boutade all'altra, da un voltafaccia all'altro, da una prosopopea all'altra. Dimentico ormai del suo passato nel PCI, della lezione di Togliatti prima, e del grande, grandissimo Berlinguer dopo, prima apre a Berlusconi proponendogli la grande coalizione (e fin qui niente da dire, per il bene dell'Italia questo e altro) poi - a meno che non me lo sia sognata- si piega ai teodem senza i quali il PD sarebbe una banda di cariatidi senza senso, e avvalla la moratoria contro l'aborto.
Guardatevi dal fintobuono Valter. E' ambizioso e gelido. E' colui che per timore di perdere lo scettro del comando ha impedito la candidatura alle primarie del PD di Bersani, contornandosi di avversari facilmente affondabili. E' l'uomo che vorrebbe essere Robert Kennedy ma ha l'aplomb di Lillo il Castoro. E' colui che, pur volendo imitare il Democratic Party made in USA, lo sta rovinando ancor prima di farlo decollare.
Se ci aggiungiamo che Bertinotti ormai parla come Berlusconi e che Diliberto trasforma in merda qualsiasi cosa, possiamo dolorosamente affermare che la lezione della sinistra europea è stata dimenticata.
A lottare per il proletariato, ormai, rimane solo un uomo:
 
Lo capite che abbiamo toccato il fondo???


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. che paese di merda

permalink | inviato da Dolcinganni il 30/1/2008 alle 9:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa
Sfoglia luglio        settembre
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca